4 gennaio 2019


Differenze fra amatore e agonista nella preparazione sportiva 


 
Certamente una delle differenze sostanziali sta nel tempo da poter dedicare alla pratica, un amatore è colui che si allena 2 o 3 ore alla settimana circa, mentre un vero agonista si allena parecchie ore al giorno con tutto ciò che ne consegue, è evidente quindi che un atleta amatoriale non potrà mai essere messo a confronto per quanto riguarda la sua preparazione fisica con un atleta agonista
Dal punto di vista dell’insegnamento, credo che per un atleta amatoriale sia importante riuscire a compiere il gesto atletico con il miglior impegno possibile e nel modo migliore che l’atleta possa compierlo, a differenza dell’atleta agonista che deve sempre arrivare oltre le sue possibilità continuando ad allenarsi magari per giorni e giorni sempre sul medesimo esercizio finché non raggiunge la perfezione, cosa che proprio per il motivo detto prima, l’atleta amatoriale avendo poco tempo da poter dedicare all’attività fisica non può permettersi, e quindi proseguirà su nuovi esercizi fino a quando il suo gesto sarà buono anche se non perfetto, cercando di trovare in seguito  perfezione col passare degli anni.
Nel tiro con l'arco ,molti arcieri amatoriali si specializzano su pochi esercizi dedicandocisi a pieno, mentre l’atleta agonista pur avendone magari le conoscenze solitamente ha uno specchio più ampio su tutto quello che puo essere  addentrandosi spesso, arrivando  ad un certo livello anche nella parte fisica e mentale ,l'atleta agonista  cioè colui che pratica il cosiddetto sport per competere innanzitutto con se stesso e poi per vincere ,mentre quello amatoriale molte volte abbandona, perche non ingrato di fare questo passo .


Nessun commento:

avviati i corsi di tiro con l'arco a Sorrento tutte le inform. sulla locandina